News

Scopri le ultime notizie

Unicredit – Jean Pierre Mustier ridurrà il personale con 8.000 tagli

Unicredit – Jean Pierre Mustier ridurrà il personale con 8.000 tagli

La banca, Unicredit,  guidata da Jean Pierre Mustier ridurrà il personale con 8.000 tagli, mentre l’ottimizzazione della rete di filiali porterà alla chiusura di circa 500 sportelli.

Gli 8.000 tagli del personale Unicredit si concentreranno soprattutto in Italia, Germania e Austria, dove il personale verrà ridotto complessivamente del 12% e verrà chiuso il 17% delle filiali.

Il nostro Paese è destinato a sostenere la parte più consistente degli esuberi: degli 1,4 miliardi di euro di costi di integrazione stimati per la loro gestione, infatti, 1,1 miliardi riguarderanno l’Italia (pari al 78% del totale) e solo 0,3 miliardi l’Austria e la Germania.

In uno scenario di tassi d’interesse bassi, con un Euribor a tre mesi previsto a -50 punti base fino al 2022 e a -40 punti base nel 2023, Unicredit  prevede che i suoi ricavi crescano in media dello 0,8% l’anno, salendo a 19,3 miliardi.

Il segretario Lando Sileoni della Fabi,sindacato autonomo dei bancari, ricorda come “gli 8.000 posti esuberi inseriti nel nuovo piano industriale si andrebbero ad aggiungere ai 26.650 posti di lavoro tagliati a partire dal 2007.

Stesso discorso per gli sportelli: ne sono stati chiusi 1.381 e Mustier ne vorrebbe chiudere altri 500, recidendo ancora di più il rapporto con la clientela e il legame col territorio”.