News

Scopri le ultime notizie

Scopri in che modo il coronavirus sta influenzando il mercato immobiliare

Scopri in che modo il coronavirus sta influenzando il mercato immobiliare

Vendere o comprare una casa?

Scopri in che modo il coronavirus sta influenzando il mercato immobiliare.

La primavera è di solito un momento caldo per le vendite di case.

Mentre così tante persone hanno perso il lavoro o sono state prosciugate e mentre le persone stanno a casa per limitare la possibilità di un’infezione da coronavirus, l’idea di vendere o acquistare una casa potrebbe essere lontana dalla tua mente.

Ma gli affari sono ancora in corso, secondo diversi agenti immobiliari.

Secondo i provvedimenti e dagli atti adottati dal Governo per contrastare la diffusione del virus covid-19 a seguito del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 26.4.2020 e del DecretoLegge25.3.2020,n.19., la lista Codice ATECO ha previsto la riapertura delle attività immobiliari.

A partire dal 18 maggio 2020, salvo indicazioni diverse, gli agenti immobiliari possono operare e mostrare case solo disabitate ai potenziali acquirenti su una base individuale.

Ovviamente c’è il divieto per Open House. (Procedura di alcuni agenti immobiliari appena ricevono un nuovo incarico di vendita organizzano subito una visita collettiva prima per gli altri agenti immobiliari e poi per i clienti)

 

Acquirenti e venditori stanno mettendo in attesa i piani?

Gli agenti immobiliari stanno già lavorando, ma molti acquirenti e venditori stanno mettendo in pausa i loro piani.

Una Faq pubblicata sul sito del Governo infatti prevede che “le visite degli agenti immobiliari con i clienti presso le abitazioni da locare o acquistare potranno avere luogo solo quando queste siano disabitate” rischiando di ridurre tra un 70/80 % l’attività delle agenzie immobiliari.

Mercoledì 6 maggio 2020 – Le agenzie immobiliari scrivono al Premier Conte: “Inopportuno prevedere le visite solo in case disabitate

Dobbiamo prendere tutte le precauzioni per mostrare case seguendo le linee guida del Governo.

” Mantenere le distanze, uso della mascherina, usiamo guanti monouso, copriscarpe e disinfettante per le mani” “Apriamo tutte le finestre, i balconi  e le porte di ingresso.”

Ma la realtà è che non ci sono state molte richieste dalla riapertura delle attività immobiliari.

 

Che dire delle case che sono sotto contratto?

Il fermo delle attività immobiliari di fatto ancora in atto, impone agli agenti di essere un po ‘più creativi a causa del coronavirus.

I video sono la strada da percorrere se la casa è vuota.

“Se la casa è occupata, alcuni venditori attualmente ci chiedono di ritirare temporaneamente la casa dal mercato in modo che i proprietari di casa siano protetti”

La sicurezza viene prima di tutto in questo momento.

“Abbiamo, però, acquirenti che devono trovare una casa per le loro famiglie. Continueranno la loro ricerca”, “Faremo un tour virtuale per i nostri clienti per aiutarli a trovare la casa dei loro sogni.”

In che altro modo è cambiata l’attività immobiliare?

La crisi del coronavirus ci sta insegnando che cambiare tutto è possibile.

C’è solo un modo di dare un senso a questo disastro, ed è capire che quando pensavamo “non c’è alternativa” ci stavamo fregando da soli.

Le nostre società erano schiacciate su un presentismo in cui il futuro sembrava divenire infinita ripetizione dello stesso.

Lasceremo entrare gli acquirenti con le dovute precauzioni. Mostreremo case solo disabitate, per il momento, ai potenziali acquirenti su una base individuale.
Documenteremo eventuali problemi o dubbi relativi a fotografie o video e che inoltreremo agli acquirenti con un rapporto e una spiegazione di eventuali difetti. Mostrando una casa senza essere fisicamente dentro la stessa.

 

Cosa succede dopo?

Gli agenti affermano che è impossibile prevedere cosa accadrà nelle prossime settimane e mesi, ma anticipano un aumento delle vendite di case quando finalmente sarà tutto finito. ( effetto rimbalzo).

La nostra opinione è che alla fine torneremo al lavoro.

Il mercato immobiliare verrà spinto a fine estate o in autunno, a seconda del tempo necessario per tornare alla normalità.

Un problema secondario potrebbe essere che le persone che si stavano preparando a migliorare ed acquistare una casa più grande ora si trovano disoccupate, pertanto non possono accedere a mutui e/o non intendono privarsi di risparmi che potrebbero essere utili in questo momento.

Altri ancora potrebbero vedere il settore immobiliare come una scommessa più sicura data la volatilità del mercato azionario.

“Per quanto questo mercato sia impegnativo, abbiamo ancora investitori molto seri e potremmo potenzialmente vedere un aumento del settore immobiliare, solo in un modo diverso”

Mentre, altri acquirenti di case per la prima volta che stanno effettivamente prendendo in considerazione gli investimenti immobiliari perché ritengono che il mercato sia più favorevole. Ciò potrebbe rendere il settore immobiliare uno dei luoghi più frequentati e aiutare l’economia.

Raccontaci le tue storie di coronavirus, che si tratti di un suggerimento di notizie, di un argomento che vuoi che trattiamo o di una storia personale che desideri condividere.        contatti >>

Se desideri altre informazioni vai sulle notizie News

 

Tra i nostri servizi: