News

Scopri le ultime notizie

Asta abitazioni ex proprietario perdere la casa e rischia pignoramento

Asta abitazioni ex proprietario perdere la casa e rischia pignoramento

Al 2018 si sono accumulate 245.100 esecuzioni immobiliari, il 19,46% solo in Lombardia, il 78% ad uso residenziale.

Con l’inizio della crisi e la compressione dei redditi, milioni di italiani, sia privati sia aziende, non sono più stati in grado di onorare i mutui e si sono visti portare via l’immobile.

Considerando che sul mercato sono state vendute 578.646 abitazioni si può dire che sul lungo periodo una percentuale altissima finisce all’asta perché il compratore non riesce più a pagare le rate del mutuo. I pignoramenti degli ultimi cinque anni hanno coinvolto almeno 1,2 milioni di italiani.

Siccome le aste andavano spesso deserte e ingolfavano i tribunali, ha spinto il governo di Matteo Renzi a intervenire nel 2015 con una legge (132/2015) che aveva oltre lo scopo di abbreviare l’iter delle aste ma anche facilitare il recupero dei crediti alle banche.

Ma secondo dati di settore, dopo la riforma lo stesso immobile che valeva 100 mila euro viene mediamente venduto a 35 mila euro.

Insomma, nonostante l’intervento correttivo con la cosiddetta «norma Bramini» del 2018 – che cerca di difendere almeno le prime abitazioni delle famiglie – se prima della legge Renzi si poteva vendere una casa al 55 per cento circa (ed era già un disastro), oggi siamo precipitati al 35 per cento.

Mirko Frigerio di Astasy  «Ormai assistiamo a uno sconto medio del 55% rispetto al valore di acquisto sul libero mercato. Significa che su 100 mila euro il debitore porta a casa solo 45mila euro, a cui va tolto mediamente un altro 33% fra compensi agli intermediari e spese di giustizia. Alla fine resta una cifra quasi sempre inferiore alla quota capitale rimasta pendente».

Mirko Frigerio di Astasy calcola che l’ex proprietario, oltre a perdere l’immobile, «resti ancora con un debito residuo mediamente intorno ai 30mila euro».

A quel punto scatta il rischio del pignoramento del conto corrente e di altre proprietà aggredibili.

Una beffa che invece non va in scena in Paesi come la Francia o la Spagna, dove quando ti hanno venduto la casa, almeno riparti vergine.