La Honda chiuderà in Gran Bretagna 3.500 posti lavoro a rischio

, ,
La Honda chiuderà in Gran Bretagna 3.500 posti lavoro a rischio

La Honda ha annunciato, martedì 19 febbraio 2019,  che chiuderà un importante impianto in Gran Bretagna, mettendo a rischio 3.500 posti di lavoro.

La casa costruttrice automobilistica è l’ultima azienda giapponese a ridimensionare le operazioni mentre Brexit incombe.

Lo stabilimento di Swindon, nel sud-ovest dell’Inghilterra, è l’unico stabilimento Honda della UE e ha prodotto il modello “Civico” del produttore per più di 24 anni, con 150.000 unità che escono dalla linea ogni anno.

L’impianto chiuderà nel 2021, ha annunciato la Honda, “alla fine del ciclo di vita della produzione del modello attuale”.

La decisione “non è stata presa alla leggera e ci rammarichiamo profondamente per l’inquietante annuncio di oggi per il nostro popolo”, ha dichiarato Katsushi Inoue, capo delle operazioni regionali europee, in una dichiarazione.

L’azienda ha accusato i “cambiamenti senza precedenti nell’industria automobilistica globale” per la decisione, ma si trova in mezzo all’incertezza degli investimenti in Gran Bretagna in vista dell’uscita del paese dall’UE.

Gli analisti hanno detto che un accordo commerciale tra l’UE e il Giappone firmato di recente avrebbe probabilmente avuto anche un ruolo nella decisione di Honda.

L’azienda ha anche annunciato che avrebbe smesso di fabbricare il modello Civico in Turchia nel 2021.

Honda si unisce al gigante automobilistico Nissan e alle aziende giapponesi Sony, Panasonic e Hitachi in operazioni di ridimensionamento in Gran Bretagna in vista della partenza del paese dall’Unione Europea.

Toyota, un altro gigante automobilistico giapponese che costruisce veicoli in Gran Bretagna, ha nel frattempo avvertito che non ci sarebbe stato modo di evitare un impatto negativo nel caso in cui il Regno Unito dovesse precipitare fuori dall’UE senza un accordo.

La Banca d’Inghilterra all’inizio di questo mese ha ridotto le sue previsioni per la crescita del Regno Unito nel 2019 all’1,2% dall’1,7%, dichiarando che  il calo è dovuto ad un  rallentamento dell’economia globale e ” le incertezze della Brexit”.

Anche le altre società giapponesi di Honda, Sony, Panasonic e Hitachi stanno ridimensionando le loro attività nel Regno Unito.