La Convenzione europea per la repressione della corruzione

, ,

La Convenzione europea per la repressione della corruzione è un trattato internazionale che mira a prevenire e combattere la corruzione in Europa.

È stata adottata dal Consiglio d’Europa il 27 gennaio 1999 ed è entrata in vigore il 1° luglio 2002.

La Convenzione è aperta alla firma e alla ratifica di tutti gli Stati membri del Consiglio d’Europa. Al 12 gennaio 2024, è stata ratificata da 47 Stati membri, tra cui l’Italia.

 

La Convenzione si compone di 40 articoli, che coprono una vasta gamma di reati di corruzione, tra cui:

  •     Corruzione passiva e attiva di pubblici ufficiali;
  •     Corruzione di privati;
  •     Corruzione in materia elettorale;
  •     Corruzione in materia di amministrazione pubblica;
  •     Corruzione in materia di giustizia;
  •     Corruzione in materia di economia e finanza;
  •     Corruzione in materia di pubblica amministrazione.

 

La Convenzione prevede anche una serie di misure per prevenire la corruzione, tra cui:

  •     L’adozione di norme di trasparenza e pubblicità;
  •     L’istituzione di meccanismi di controllo e vigilanza;
  •     La promozione della cultura della legalità.

 

La Convenzione è uno strumento importante per la lotta alla corruzione in Europa. Ha contribuito a migliorare la cooperazione tra gli Stati membri nella lotta alla corruzione e ha portato all’adozione di nuove norme e misure di prevenzione e repressione della corruzione in molti Stati membri.

 

Alcuni dei principali obiettivi della Convenzione sono i seguenti:

 

  •     Fornire una definizione comune di corruzione e stabilire una serie di reati di corruzione che siano punibili in tutti gli Stati membri. Ciò contribuirà a garantire che i reati di corruzione siano perseguiti in modo efficace in tutti gli Stati membri.
  •     Promuovere la cooperazione internazionale nella lotta alla corruzione. Ciò aiuterà a garantire che i criminali corrotti non possano sfuggire alla giustizia.
  •     Promuovere la prevenzione della corruzione. Ciò include l’adozione di norme di trasparenza e pubblicità, l’istituzione di meccanismi di controllo e vigilanza e la promozione della cultura della legalità.

 

La Convenzione è uno strumento importante per la lotta alla corruzione in Europa. Ha contribuito a migliorare la cooperazione tra gli Stati membri nella lotta alla corruzione e ha portato all’adozione di nuove norme e misure di prevenzione e repressione della corruzione in molti Stati membri.