GLOSSARIO DELLE DEFINIZIONI SETTORE ECONOMICO IMMOBILIARE

GLOSSARIO DELLE DEFINIZIONI TECNICHE IN USO NEL SETTORE ECONOMICO-IMMOBILIARE

Il presente Glossario, che costituisce l’evoluzione e l’ampliamento della Versione I (luglio 2005)  è stato realizzato in collaborazione tra l’Agenzia del Territorio e Tecnoborsa sulla base di un rapporto di cooperazione istituzionale  sottoscritto in data 11 aprile 2005.

GLOSSARIO DELLE DEFINIZIONI TECNICHE
IN USO NEL SETTORE ECONOMICO-IMMOBILIARE

GLOSSARIO DEI TERMINI IMMOBILIARI

SEZIONE  I    : FABBRICATI ED AREE EDIFICABILI
SEZIONE  II  : TERRENI AGRICOLI
SEZIONE III : COLTURE AGRICOLE

SEZIONE I: FABBRICATI ED AREE EDIFICABILI

A corpo
Vendita effettuata prescindendo dalle effettive misure dell’immobile.

A misura
Vendita immobiliare effettuata sulla base delle misure. Nelle compravendite tra privati non viene
praticamente mai adoperata perché per il venditore presenta un ri schio non indifferente: se a un
successivo controllo risulta uno scarto tra quanto di chiarato in atto e la realtà, l’acquirente ha  diritto a un indennizzo.

A.N.C.I.
(Associazione Nazionale dei Comuni Italiani); svolge i seguenti compiti istituzionali:
-rappresenta gli interessi degli associati dinanzi agli organi centrali dello Stato;
-promuove lo studio e l’approfondimento di problemi che interessano i suoi associati e di ogni materia riguardante lapubblica amministrazione;
-interviene con propri rappresentanti in ogni sede istituzionale in cui si discutano o si amministrino interessi delle autonomie locali;
-presta attività di consulenza ed assistenza agli associati direttamente o mediante partecipazione o convenzioni con società, relativamente alle competenze che la legge attribuisce al Parlamento e allo Stato nazionale;
-esamina i problemi che riguardano i dipendenti degli enti locali ed è presente nell’Agenzia ARAN per la definizione del contratto nazionale di lavoro del comparto;
-promuove iniziative per l’educazione civica dei cittadini e per diffondere la conoscenza delle istituzioni locali, nonché la partecipazione dei cittadini alla vita delle autonomie locali;
-promuove e coordina le relazioni internazionali dei suoi associati e le loro attività nel campo della cooperazione internazionale decentrata.

Abbaino
Opera sporgente dalla copertura del tetto che consente l’apertura di una finestra verticale, realizzata al fine di illuminare il vano sottostante.

Abitabilità di un immobile (vedi certificato di abitabilità)
Idoneità di un immobile ad essere abitato, qualora soddisfi determinati parametri stabiliti dalla normativa edilizia. Con particolare riferimento a: altezza dei locali, luminosità , presenza di finestre, sicurezza e conformità degli impianti, rispetto dei piani regolatori, etc.

Abitanti equivalenti
Unità di misura che esprime convenzionalmente il carico inquinante organico biodegradabile che
arriva all’impianto di depurazione, secondo l’equivalenza:1 abitante equivalente = 60 grammi/giorno di BOD5.

Abitazione
Unità immobiliare urbana costituita da uno o più locali e vani accessori:
-costruita con quei requisiti che lo rendono adatta ad essere dimora stabile di una o più persone.      -dotata di almeno un accesso indipendente dall’esterno (strada, cortile, ecc.) o da spazi di disimpegno comune (pianerottoli, ballatoi, terrazze, ecc.);
-separata da altre unità abitative.

Abitazione (diritto di) (vedi Diritto di abitazione e d’uso)

Abitazione di lusso
Unità immobiliare a destinazione abitativa di tipo privato che risponde ai requisiti del Decreto Del
Ministero dei Lavori Pubblici 2 Agosto 1969, pubblicato sulla Gazzetta ufficiale n°218 del 27
Agosto 1969. (vedi: CARATTERISTICHE DELLE ABITAZIONI DI LUSSO)

Abitazione di tipo civile
Unità immobiliare a destinazione abitativa di tipo privato facente parte di edificio con buone caratteristiche generali, costruttive e distributive e con tipologia prevalente “civile” (vedi: fabbricato di tipologia civile).
Presenta ordinariamente locali di media ampiezza con distribuzione interna e opere esterne di buona fattura, collegamenti verticali ed orizzontali ampi e ben illuminati.
Le rifiniture sono di buona o ottima fattura, così come i materiali impiegati. È provvista di impianti di ordinaria tecnologia.

Abitazione di tipo economico
Unità immobiliare a destinazione abitativa di tipo privato facente parte di edificio con tipologia
prevalente “economica” (vedi: fabbricato di tipo logia economica), con finiture esterne ordinarie prive di elementi di pregio e con collegamenti verticali ed orizzontali di dimensioni limitate.
Le rifiniture sono di tipo media fattura, con materiali che non hanno caratteristiche di particolare qualità.
È provvista di impianti sufficienti ma, in caso di fabbricati di avanzata vetustà, incompleti.

Abitazione di tipo signorile
Unità immobiliare a destinazione abitativa di tipo privato facente parte di edificio con caratteri
architettonici di pregio (vedi: fabbricato di tipologia signorile). Le rifiniture sono pregio, con materiali che hanno caratteristiche di elevata qualità.
Presenta locali e consistenza complessiva superiore a quella ordinaria delle abitazioni di tipo civile.
È provvista di impianti di elevata tecnologia.

Abitazione in edificio intensivo
Unità immobiliare a destinazione abitativa di tipo privato e facente parte di edificio di tipo intensivo, le cui caratteristiche sono assimilabili a quelle di abitazione di tipo economico.

Abitazione in edificio non intensivo
Unità immobiliare a destinazione abitativa di tipo privato e facente parte di edificio di tipo non intensivo, le cui caratteristiche sono assimilabili a quelle di abitazione di tipo civile.

Abitazione in edificio semintensivo
Unità immobiliare a destinazione abitativa di tipo privato e facente parte di edificio di tipo semintensivo, le cui caratteristiche sono assimilabili a quelle di abitazione di tipo civile.

Abitazione in villino
Unità immobiliare a destinazione abitativa di tipo privato facente parte di un villino, le cui caratteristiche sono assimilabili a quelle di abitazione di tipo civile e/o signorile.

Abitazione principale
Unità immobiliare a destinazione abitativa utilizzata stabilmente come residenza o domicilio
principale dal soggetto che ne detiene il possesso o il diritto d’uso.

Abitazione principale (ai fini fiscali)

Abitazione che beneficia di varie agevolazioni fiscali. In particolare ai fini dell’Irpef, è l’abitazione posseduta a titolo di proprietà o di altro diritto reale e abitata abitualmente dal contribuente e/o dai suoi familiari.

Abitazione secondaria
Unità immobiliare a destinazione abitativa di tipo privato non stabilmente utilizzata come domicilio principale dal soggetto che ne detiene il possesso o il diritto d’uso. Può essere a pieno godimento o a godimento a tempo parziale.

Abitazione tipica dei luoghi
Unità urbana ovvero complesso di unità immobiliari a destinazione abitativa di tipo privato caratteristica della zona territoriale in cui è ubicata, con struttura costruttiva, caratteri distributivi ed architettonici tra loro omogenei.

Abuso edilizio
Variazione della struttura o della volumetria di un immobile non approvata dagli uffici competenti o non sanata successivamente.

Accatastamento
Iscrizione degli immobili nei registri catastali con la conseguente attribuzione della rendita.
I proprietari hanno l’obbligo di denunciare, all’Ufficio provinciale dell’Agenzia del Territorio, le nuove costruzioni entro 30 giorni dal momento successivo a quello in cui sono divenute abitabili o comunque idonee per l’uso a cui sono destinate.
Con la procedura informatica DOCFA (Documenti Catasto Fabbricati) il contribuente, con l’ausilio di un professionista abilitato, propone la rendita catastale.

Accertamento fiscale
Controllo del fisco sulla congruità dei valori dichiarati dal contribuente.

Accertamento (tecnico impiantistico)
Insieme delle attività di controllo pubblico diretto ad accertare in via esclusivamente documentale che il progetto delle opere e gli impianti siano conformi alle norme vigenti e che rispettino le prescrizioni e gli obblighi stabiliti;

Accertamento catastale
Operazione consistente nell’individuazione, anche mediante un apposito sopralluogo, dell’unità
immobiliare denunciata, nella verifica dell’esattezza dei dati tecnico economici dichiarati, nel controllo della corrispondenza tra lo stato di fatto e la planimetria presentata.

Accessibilità urbana
Insieme di tutte le caratteristiche spaziali, distributive, organizzative e gestionali dell’ambiente
costruito, atte a consentire la fruizione, in condizioni di adeguata sicurezza ed autonomia, dei luoghi e delle attrezzature di uno spazio urbano, anche da parte delle persone con ridotte o impedite capacità motorie o sensoriali.

Accessione (diritto di)
Diritto in virtù del quale il proprietario di una cosa mobile o immobile acquista la proprietà di quanto essa produce o vi si unisce naturalmente o artificialmente.

Accessione di una proprietà (possesso)
Principio secondo il quale la proprietà del suolo si estende allo spazio sovrastante.
Nel caso di costruzioni deriva che il suolo, che è considerato la cosa principale, attrae la sovrastante
costruzione, anche se effettuata da persona diversa dal proprietario del suolo.

Accessione fluviale (per alluvione)

Accessione generata dalla unione o dall’incremento di terra che si forma successivamente ed
impercettibilmente per semplice forza naturale nei fondi lungo fiumi e torrenti.

Accessione invertita
Principio secondo il quale la proprietà il proprietario di un fabbricato o di un’opera edilizia acquisisce anche la proprietà del terreno su cui sorge. È il contrario dell’accessione

Accollo
Contratto tra il debitore (accollato) e un terzo (accollante), con il quale quest’ultimo assume a suo carico l’obbligo del debitore di pagare al creditore (accollatario).

Acconto sul prezzo
Somma di denaro che l’acquirente versa al venditore come anticipo sul prezzo finale. A differenza della caparra confirmatoria o penale deve essere semplicemente restituita qualora l’affare non vada a buon fine. L’acconto offre meno garanzie all’acquirente della caparra confirmatoria.

Accordi ambientali
Forme di tutela concordate e negoziate tra tutti coloro che risultano attori dello scenario ambientale
e che obbliga ad acquisire autorizzazioni e controlli pubblici su tutte le attività potenzialmente pericolose per l’ambiente.

Accordo d’esecuzione o di gestione
Accordo in cui si decide il concreto affidamento della gestione a seguito di approvazione di una accordo di programma e/o conferenza dei servizi.

Accordo di programma
Atto amministrativo, istituito con legge 142/1990, promosso da Presidente delle Regione, dal Presidente della Provincia o dal Sindaco, e sottoscritto da tutti gli enti pubblici interessati alla definizione e alla realizzazione
integrata e coordinata di opere, interventi o programmi di interventi. Qualora l’oggetto dell’accordo di programma sia in contrasto con gli strumenti urbanistici vigenti, esso ne costituisce variante, che in ogni caso deve essere approvata dal Consiglio comunale del Comune interessato, a pena di decadenza.

Accordo-intesa
E’ un preliminare, a cui fa seguito l’Accordo di Programma. Primo approccio di collaborazione per concordare e individuare la collocazione territoriale degli interventi.

Accordo sostitutivo
Accordo con il quale i partecipanti al tavolo di negoziazione collegano i pareri singoli in un unico verbale.

Accumulo idrico
Opportuna riserva d’acqua collocata in serbatoi ubicati in specifici luoghi.

Acidificazione delle acque superficiali
Processo chimico causato dall’inquinamento idrico e atmosferico, che determina una diminuzione del pH delle acque superficiali.

Acqua di falda
Acqua sotterranea, presente in strati di roccia porosa o fessurata, generalmente sovrastante a strati di roccia impermeabile ovvero in strati ghiaiosi fra strati argillosi.

Acque bianche
Acque piovane o similari.

Acque grigie
Acque reflue che non contengono
materia fecale o urina.

Acque meteoriche
Acqua derivante dalle precipitazioni naturali, non deliberatamente contaminata

Acque miste
Acque nere e bianche mescolate tra di loro.

Acque nere
Acque luride ovvero acque reflue da convogliare nella rete fognaria.

Acque reflue
Rifiuti liquidi provenienti dalle attività fisiologiche dell’uomo ovvero dalle sue attività lavorative primarie o secondarie ovvero acque contaminate dall’uso e tutte le acque che confluiscono nel sistema fognario (acque reflue domestiche, industriali, di condensa, meteoriche.)
-acque reflue domestiche: acque prive di materiale fecale, scaricate da elettrodomestici situati nelle cucine, nelle lavanderie, nei lavabo, nei bagni, nelle toilette e in servizi simili
-acque reflue industriali: acque di scarico industriali e acque contaminate/inquinate da processi di lavorazione, comprese le acque di raffreddamento.

Acquedotto coattivo
Diritto di utilizzare acque che possono passare mediante un acquedotto attraverso il fondo altrui che deve rappresentare la via più conveniente e meno pregiudizievole.

Acroterio
Elemento ornamentale posto sull’apice e sulle estremità laterali del frontone di un antico edificio.

Actio quanti minoris
Vedi azione estimatoria

Adattabilità
Modificabilità di uno spazio o costruzione di essere resa accessibile alle persone con disabilità fisiche o sensoriali, tramite opportuni interventi, che non interagiscano con le relative strutture portanti.
Addetto al Servizio di Prevenzione e Protezione (A.S.P.P.)
Personale in possesso delle capacità e di requisiti professionali in materia di sicurezza sul lavoro, facente parte del Servizio di Protezione e Prevenzione.

Addizione
Opera eseguita dal conduttore nell’immobile condotto in locazione nel corso del rapporto di locazione.

Addolcitore
Apparecchiatura che viene utilizzata per diminuire i depositi calcarei che possono formarsi negli impianti domestici.

Adesione tra materiali
Capacità di un materiale di aderire e legarsi ad un altro materiale

ADSI
Associazione Dimore Storiche Italiane.

Aerofotogrammetria
Procedimento che consente, utilizzando strumentazione speciale (fotorestitutore analogico o digitale v.restituzione aerofotogrammetrica), di costruire una cartografia (sia su carta che digitale v. cartografia digitale.) di una
porzione di terreno, a partire da foto aeree stereoscopiche.
Considerando le fotografie come prospettive geometriche, si tratta di ricostruire un modello ottico della superficie del terreno, che proietti su di un piano l’immagine dell’oggetto da rilevare nelle tre dimensioni, dando all’operatore che la osserva la “sensazione” del rilievo con il solo utilizzo di immagini piane.

Affaccio (di un appartamento)
Caratteristica intrinseca relativa alle vedute o prospetti proprie dell’appartamento o degli ambienti che lo
costituiscono.Per la definizione del livello qualitativo degli affacci si tiene conto generalmente della seguente
scala di valori:
-Pregio: presenza di affacci da due o più ambienti principali, su siti di particolare pregio ambientale, storico,artistico, archeologico o paesaggistico;
-Ottimo: presenza di affacci da un ambiente principale su siti di particolare pregio ambientale, storico, artistico o paesaggistico ovvero con preminenza di affacci su siti di ottimo livello, ma non di particolare pregio ambientale,
storico, artistico o paesaggistico.
-Buono: presenza di affacci su buon livello ambientale e con particolari caratteristiche;
-Normale: presenza di affacci ordinari e senza particolari caratteristiche;
-Scadente: affacci su strade o siti ambientali di non particolare ambientazione o non motivanti, (cortili, strade anguste, vicoli di poca luminosità ecc)
-Degradato: presenza di affacciparticolarmente degradati, nella maggioranza degli ambienti principali (presenza di fonti d’inquinamento, discariche, fabbricati fatiscenti, etc.).

Affittacamere (attività)
Attività consistente nel dare in locazione camere a terzi.

Affitto
Cessione in uso di un bene mobile a un terzo per un tempo predeterminato in cambio di un canone.
La cessione di un immobile si chiama più propriamente locazione. Nel linguaggio comune, però, locazione e affitto
sono considerati sinonimi.

Affitto di azienda
Cessione in uso, in cambio di un canone, di azienda già avviata , compreso l’immobile che la ospita e le attrezzature.

Affollamento (ai fini antincendi)
Numero massimo ipotizzabile di lavoratori e di altre persone presenti nel luogo di lavoro o in una determinata area dello stesso;

Affresco
Pittura eseguita sull’intonaco, ancorafresco, di una parete: il colore ne è chimicamente incorporato e conservato per un tempo illimitato.

Agente immobiliare
Operatore persona fisica iscritto ai sensi della legge 39/1989, abilitato a fornire servizi immobiliari comprendenti l’intermediazione, la consulenza e la valutazione.

Agenzia immobiliare
Organizzazione che offre il servizio di mediazione e consulenza tecnica in immobili ed aziende abilitata ad operare come persona fisica o giuridica, iscritta ai sensi della legge n. 39/1989 e successive modifiche ed integrazioni nel relativo ruolo.

Aggetto
Sporgenza orizzontale del piano di facciata (balcone, pensilina, mensola, cornice etc.. )

Agibilità
(Vedi certificato di agibilità)

Agricoltura biologica
Sistema naturale di coltivazione basato sull’utilizzazione di insetti e/o microrganismi antagonisti dei parassiti delle colture selezionati e riprodotti in modo accelerato in specifici laboratori industriali.
Ha lo scopo di migliorare la qualità dei prodotti agricoli

Agriturismo
Attività di ricezione e ospitalità esercitate dagli imprenditori agricoli e dai loro familiari (compresi nell’ art. 230 bis del C.C.) che utilizzano lapropria azienda, in rapporto di connessione e complementarietà rispetto alle attività di
coltivazione del fondo, silvicoltura, allevamento del bestiame. La norma stabilisce che nell’arco dell’anno il tempo di lavoro dedicato alle attività di coltivazione del fondo, di allevamento zootecnico e di silvicoltura, deve essere superiore a quello occorrente per lo svolgimento delle attività turistico ricreative.
Secondo l’art. 2135 del C.C. è imprenditore agricolo chi esercita un’attività diretta alla coltivazione del fondo, alla
silvicoltura, all’allevamento del bestiame ed alle attività connesse.
Si reputano connesse le attività necessarie alla trasformazione o all’alienazione dei prodotti agricoli, quando rientrano nell’esercizio normale dell’agricoltura. Rientra nelle attività agrituristiche: a- dare stagionalmente ospitalità, anche in spazi aperti destinati alla sosta di campeggiatori;
b- somministrare, per la consumazione sul posto, pasti e bevande costituiti prevalentemente da prodotti propri e/o tipici della zona in cui l’azienda ricade, ivi compresi quelli di carattere alcolico e superalcolico.
c- organizzare attività ricreative, divulgative e culturali nell’ambito dell’azienda.

Agrobiologia
Scienza che analizza le interrelazioni esistenti fra i terreni agricoli e gli essere viventi, animali e vegetali

Agroecologia
Metodo di coltivazione che tiene conto delle più aggiornate tecniche per la tutela ambientale e per il rispetto dei delicati equilibri dei vari ecosistemi

Agrometereologia
Settore di studio delle meteorologia in riferimento all’agricoltura con la delineazione di microclimi relativi anche a zone agricole estremamente ristrette.

Agronica
Avanzata meccanizzazione delle attività agricole ne
lle quali si impiegano sofisticati dispositivi
elettronici e sistemi di computerizzazione

AICI
Associazione Italiana Consulenti e Gestori Immobiliari

AIDU
Associazione Italiana di Diritto Urbanistico

AIPA
Autorità per l’Informatica nella Pubblica Amministrazione.
E’ di fatto responsabile delle regole tecniche sulle attività informatiche..
Dal giugno 2003 è confluita nel Centro nazionale per l’informatica nella pubblica amministrazione (CNIPA).

Albergo
Unità immobiliare a destinazione ricettiva, utilizzata a servizio di accoglienza dietro pagamento, in cui convivono una componente immobiliare (bene strumentale) ed un’attività di impresa.

Alloggio
Insieme di ambienti destinati alla residenza di persone (vedi appartamento).

Altana
Costruzione a loggia ubicata sul tetto di un fabbricato.

Altezza ai fini antincendi degli edifici civili
Altezza massima misurata dal livello inferiore dell’apertura più alta dell’ultimo piano abitabile e/o agibile, escluse quelle dei vani tecnici,al livello del piano esterno più basso.

Altezza dei piani (ai fini antincendio)
Altezza libera interna tra pavimento e soffitto.
Per i soffitti a volta l’altezza determinata dalla media aritmetica tra l’altezza del piano d’imposta e l’altezza massima all’intradosso della volta.
Per i soffitti a cassettoni o comunque che presentano sporgenze di travi, l’altezza la media ponderale delle varie altezze riferite alle superfici in pianta.