L’energia nucleare è più costosa delle rinnovabili, rileva il rapporto CSIRO

, , , ,

Il rapporto CSIRO GenCost 2023-24, pubblicato dall’agenzia governativa australiana CSIRO, ha stimato che il costo livellato dell’elettricità (LCOE) dell’energia nucleare in Australia è di circa 170 dollari per megawattora (MWh), mentre quello dell’eolico onshore è di circa 60 dollari per MWh e quello del solare fotovoltaico è di circa 40 dollari per MWh.

Il rapporto ha rilevato che i costi dell’energia nucleare sono aumentati negli ultimi anni, a causa di una serie di fattori, tra cui la complessità del processo di sviluppo e costruzione di un impianto nucleare, l’aumento dei costi dei materiali e la crescente preoccupazione per la sicurezza.

I costi delle energie rinnovabili, invece, sono diminuiti negli ultimi anni, grazie ai progressi tecnologici e alla crescente diffusione di queste tecnologie.

Il rapporto CSIRO ha concluso che le energie rinnovabili sono attualmente le fonti di energia più economiche per la generazione di elettricità in Australia.

Questi risultati sono stati confermati da altri studi, come quello pubblicato dall’International Energy Agency (IEA) nel 2023. L’IEA ha stimato che il costo dell’energia nucleare è di circa 150 dollari per MWh, mentre quello dell’eolico onshore è di circa 50 dollari per MWh e quello del solare fotovoltaico è di circa 40 dollari per MWh.

Le conclusioni del rapporto CSIRO e dell’IEA hanno importanti implicazioni per la politica energetica in Australia e in altri paesi. Questi risultati suggeriscono che le energie rinnovabili sono ora una scelta più economica dell’energia nucleare per la generazione di elettricità.