News

Scopri le ultime notizie

Napoli, donna di Treviso scrive una lettera dʼamore alla città

Napoli, donna di Treviso scrive una lettera dʼamore alla città

Una lettera piena d’amore per Napoli, ad un mese da quando il Sun aveva inserito la città nella classifica dei 10 luoghi più pericolosi al mondo con successiva marcia indietro dove il quotidiano britannico ha eliminato Napoli dalla lista.

Per motivi lavorativi del marito, Valeria è stata spesso costretta a trasferirsi di città in città. Quando, due anni fa, il coniuge è stato trasferito da Londra a Napoli, la donna, originaria di Treviso, non era affatto contenta e temeva di trovare una città piena di problemi, tra camorra, rifiuti e mentalità ristretta, ha pubblicato su Facebook una lettera d’amore per Napoli

“Quando ho saputo che sarei dovuta andare a vivere laggiù, mi sono sentita male – ha scritto la donna di Treviso su Facebook -. Benvenuti al Sud non è un’esagerazione, è proprio realtà; io mi sentivo come Bisio, sfigata nel dover andare a vivere in una città piena di problemi come Napoli, mi sentivo non sicura, come se andassi in mezzo al Far West”.

“Posso affermare con assoluta certezza e convinzione che Napoli è casa mia; sono una polentona all’anagrafe, ma Napoli è terra mia, la sento mia più della mia terra d’origine, nei suoi difetti e nei suoi mille pregi. Perché Napoli è magica, ti rapisce, ti prende il cuore, ti stordisce, ti ipnotizza”

“Quanto siamo idioti noi del Nord a vivere di pregiudizi, di vita precisa ordinata sempre uguale e monotona, guardando a Napoli come il covo dello schifo, della criminalità e delle nefandezze. Siamo piccoli, molto piccoli”.

“Sì il clima, sì il mare, sì il cibo…ma Napoli è molto di più! Napoli è cultura, è ricchezza e povertà, è un groviglio di storie e racconti, è poesia e musica, è allegria e caparbietà, è capacità di vivere appieno la vita, è amore e consapevolezza ”

“Ogni angolo di questa città nasconde storia vissuta che respiri perché trasuda, ogni persona sa metterti a tuo agio, ti fa sentire a casa anche se vieni da Tokyo. Ecco casa”.

“Semplicemente grazie, evviva l’Italia, evviva il nord, il centro ed il sud!” si legge tra i commenti.