News

Scopri le ultime notizie

Il 7 agosto 2007 dieci anni fa ebbe inizio la crisi finanziaria

Il 7 agosto 2007 dieci anni fa ebbe inizio la crisi finanziaria

Il 7 agosto 2007, esattamente dieci anni fa. Secondo Adam Applegarth, ex numero uno di Northern Rock che l’anno dopo sarebbe stato travolto dalla crisi e nazionalizzata, quella era “il giorno in cui il mondo cambiò.

Entro il 2007, meno di un quarto dei fondi Northern Rock è venuto da depositi al dettaglio, con il resto aumentato da
cartolarizzazione.

Poiché la banca stava cartolarizzando le proprie ipoteche con mezzi fuori bilancio, non aveva bisogno di detenere un grande volume di riserve di capitale nei confronti di tali prestiti  e potè aumentare, nei giorni successivi,  di circa tre volte il capitale dei  mutui ipotecari  erogati.

Entro il 2007, Northern Rock aveva triplicato la sua quota del mercato dei mutui britannici, pari al 18,9 per cento di tutti i mutui e aveva ancora intenzione di aumentare detta quota.

All’inizio di quell’anno, il suo sito ha allegramente detto ai consumatori che “se il tuo portafoglio ha preso una battuta durante la stagione estiva, un nuovo prestito da Northern Rock potrebbe essere il modo perfetto per risolvere le cose”.

Agosto 2007, però, Northern Rock ha scoperto che la sua fonte di finanziamento principale era congelata.

La Northern Rock, istituto specializzato nella concessione di mutui immobiliari (1.400.000 clienti), era il quinto istituto di credito britannico ed una sua crisi di liquidità (la banca inglese reperiva fondi per il finanziamento delle proprie attività sul mercato interbancario ma poiché i tassi interbancari erano cresciuti sensibilmente per una caduta di fiducia, le banche diminuirono drasticamente la concessione di credito l’un l’altra e lo scambio di crediti tra le banche si inceppò)  ciò ha scatenato il panico tra i suoi correntisti che si sono affrettati a ritirare i loro risparmi: in una sola giornata è stato ritirato circa il 5% dei depositi complessivi della Banca mentre il titolo perdeva il 32% del suo valore in borsa.

La situazione torna alla normalità dopo che la Banca d’Inghilterra decide di garantire interamente (di norma ogni singolo deposito potè ottenere un rimborso massimo di 47.000 sterline; in Italia tale valore è pari a 102.000 euro) il rimborso dei depositi (stanziati circa 40 miliardi di euro, un impegno senza precedenti); il titolo della Banca Northern Rock risale; la tempesta sembrava passata ma alla fine la Banca verrà nazionalizzata
.

La crisi finanziaria  del settembre 2007 e che si è poi estesa all’economia reale (fine 2008, anno 2009 e 2010 per le economie più deboli) è stata definita come la più grave crisi della finanza internazionale degli ultimi 70 anni e, quindi, alla crisi del ’29.